Per un qualsiasi professionista creare una rete di contatti lavorativi può essere una grande opportunità.

Chi è riuscito a crearsi questi sistemi di connessione, saprà sicuramente quali siano gli enormi vantaggi. Relazionarsi con professionistidello stesso settore o meno, alimenta la crescita personale, lo scambio di opinioni e, perchè no, anche l'accrescimento delle singole competenze.

Ma vi diamo una notizia positiva: le relazioni tra professionisti possono trasformarsi in qualcosa di più grande e diventare un vero e proprio progetto di business!

Prima di entrare nel dettaglio, però, ci sembra doveroso dare un nome a tutto questo.

Il termine appropriato è quello di co-marketing: abbreviazione di cooperative marketing e che spesso viene anche chiamato con il termine di co-branding.

Di cosa stiamo parlando esattamente?

Il co-marketing è un nuovo modo di pensare la collaborazione tra più professionisti.

Per le aziende fare co-marketing significa sviluppare insieme un progetto che consenta ad entrambe di raggiungere determinati obiettivi commerciali. Lo stesso principio vale anche per i liberi professionisti, e quindi anche per noi psicologi!

Due professionisti possono usufruire di questa strategia di marketing per massimizzare i risultati e minimizzare i costi. In un'azione di marketing comune,chi collabora può apportare sinergicamente competenze, beni materiali e immateriali.

Facciamo un esempio concreto. Uno psicologo specializzato in disturbi pervasivi dello sviluppo, può stringere una partnership con uno studio di neuropsichiatria infantile. In questo modo potranno dividere le spese di pubblicizzazione e d'affitto e i clienti dell'uno diventeranno anche clienti dell'altro.

Riassumiamo in breve i vantaggi principali di una strategia di co-marketing:

  1. risparmio sui costi
  2. ritorno di investimento potenzialmente più elevato
  3. possibile conquista di nuovi segmenti di clientela
  4. maggiore soddisfazione dei clienti che ricevono servizi complementari (pacchetti di servizi) e quindi maggiore competitività

Se entriamo nelle specificità professionali della nostra categoria (rimanendo sull’esempio precedente), gli stessi vantaggi valgono se uno psicologo esperto in arteterapia entrasse in sinergia con un collega neuropsicologo. Avete mai pensato al collega come partner, invece che come concorrente?

I vantaggi di un'attività di co-marketingsono innumerevoli,ma per la riuscita di questa strategia è necessario:

1. condividere gli stessi principi e gli stessi valori con l'azienda/professionista partner. Ciò significa che il futuro alleato di questa strategia dovrà essere scelto con grande cura. Più si lavora in sinergia e più i risultati diventano concreti.

2. sviluppare una proposta vincente che possa attrarre i clienti.

La pianificazione di una strategia è alla base del successo della nuova relazione costituita. La futura collaborazione dovrà essere dettagliata in termini di obiettivi da raggiungere, attività, tempistiche e risorse a disposizione.

Se avete già approfondito questi aspetti, e avete trovato i partner giusti, non vi resta che passare alla fase operativa!

 

Se hai trovato questo articolo interessante, visita la nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/personalbrandingpsicologi/ e metti mi piace, per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti ed eventi utili a promuovere il tuo profilo professionale.

Tag più popolari

Nessun tag trovato.